La storia

CHI SIAMO

LA STORIA

oggi
OGGI

Credito Fondiario è leader di mercato nel settore del credito in Italia, con oltre Euro 50 miliardi di crediti in gestione, oltre Euro 16 miliardi di crediti in special servicing e oltre Euro 800 milioni di investimenti effettuati in crediti deteriorati (prezzo di acquisto)

2015
2015

La banca lancia il conto deposito Esagon, primo strumento del suo genere dedicato a risparmiatori di lungo termine

2015
2015
2013
2013

A fine 2013 la banca è acquistata da Tages Holding e da un gruppo di imprenditori italiani, con l’obiettivo di trasformarla in operatore di riferimento nel nascente mercato secondario del credito in Italia, operando sia come servicer sia come investitore

2013
2013
2000
2000

La banca cambia mission, entrando in un gruppo internazionale americano, specializzandosi prima (nel 2000) nel settore del servicing delle cartolarizzazioni e successivamente (dal 2006) nell’erogazione di mutui ipotecari retail, con il nome di Credito Fondiario – FonspaBank

2013
2013
ANNI '90
ANNI '90

A seguito della riforma bancaria, la banca allarga l’operatività ai finanziamenti industriali di medio-lungo termine, cambiando nome in Credito Fondiario e Industriale – Fonspa – Istituto per i Finanziamenti a Medio Lungo Termine

anni 90
1985
1985

Le azioni della banca sono quotate sulla Borsa Valori di Milano, dove restano fino al delisting nel 2001 successivo a un cambio di proprietà.

1985
ANNI '60

La banca entra nella galassia IRI, con passaggio del controllo a Banco di Roma, Comit e Credit (1960). Nel 1965 prende il nome di Credito Fondiario. La banca si finanzia con cartelle fondiarie.

anni '50
anni '50
ANNI '60
ANNI '50
ANNI '50

Dopo il secondo conflitto mondiale, la banca amplia le proprie attività con opere pubbliche e finanziamenti industriali di natura fondiaria, estendendo l’operatività a quasi tutto il territorio italiano.

anni '50
anni '50
1898
1898

La banca nasce a Cagliari il 28 aprile 1898, quale Credito Fondiario Sardo, specializzato nell'erogazione di mutui ipotecari in Sardegna e a Roma.

anni '50
anni '50
previous arrow
next arrow
Slider
OGGI

Credito Fondiario è leader di mercato nel settore del credito in Italia, con oltre Euro 50 miliardi di crediti in gestione, oltre Euro 16 miliardi di crediti in special servicing e oltre Euro 800 milioni di investimenti effettuati in crediti deteriorati (prezzo di acquisto)

2015

La banca lancia il conto deposito Esagon, primo strumento del suo genere dedicato a risparmiatori di lungo termine

2013

A fine 2013 la banca è acquistata da Tages Holding e da un gruppo di imprenditori italiani, con l’obiettivo di trasformarla in operatore di riferimento nel nascente mercato secondario del credito in Italia, operando sia come servicer sia come investitore

2000

La banca cambia mission, entrando in un gruppo internazionale americano, specializzandosi prima (nel 2000) nel settore del servicing delle cartolarizzazioni e successivamente (dal 2006) nell’erogazione di mutui ipotecari retail, con il nome di Credito Fondiario – FonspaBank

ANNI '90

A seguito della riforma bancaria, la banca allarga l’operatività ai finanziamenti industriali di medio-lungo termine, cambiando nome in Credito Fondiario e Industriale – Fonspa – Istituto per i Finanziamenti a Medio Lungo Termine

1985

Le azioni della banca sono quotate sulla Borsa Valori di Milano, dove restano fino al delisting nel 2001 successivo a un cambio di proprietà.

ANNI '60

La banca entra nella galassia IRI, con passaggio del controllo a Banco di Roma, Comit e Credit (1960). Nel 1965 prende il nome di Credito Fondiario. La banca si finanzia con cartelle fondiarie.

ANNI '50

Dopo il secondo conflitto mondiale, la banca amplia le proprie attività con opere pubbliche e finanziamenti industriali di natura fondiaria, estendendo l’operatività a quasi tutto il territorio italiano.

1898

La banca nasce a Cagliari il 28 aprile 1898, quale Credito Fondiario Sardo, specializzato nell'erogazione di mutui ipotecari in Sardegna e a Roma.

previous arrow
next arrow
Slider